DISTRUTTO DA UN ATTENTATO L’AGRITURISMO SU COILI(GAIRO)

Distrutto da un attentato l’agriturismo Su Coili

ATTI DELITTIVI CRIMINALI PER IL TERRORE ALLA SOCIETÀ  EGUALE E TECNO-MORALE!

Le camere con vista panoramica non ci sono più. La terrazza che si affacciava sul mare è solo un lontano ricordo. Metri quadri di struttura andati completamenti in fumo in una notte d’inferno dove il fuoco e le fiamme hanno lasciato ovunque distruzione e desolazione. È la cartolina raccapricciante del raid incendiario che la notte scorsa ha completamente distrutto l’agriturismo “Su Coili”, ricavato dagli antichi ovili dismessi nel 2004 e convertiti in costruzioni di pietra e legno.

La struttura ricettiva, situata in piena campagna alle pendici del Monte Ferru, si trova sulla strada che dalla marina di Gairo conduce alle piscine naturali di Coccorrocci, a pochi chilometri dall’abitato di Cardedu. Tre, gli edifici che compongono l’agriturismo, collegati tra loro da una strada sterrata.

Nel cuore della notte gli incendiari sono entrati in azione. Dopo aver accatastato tutti gli arredi delle camere da letto – in quello che viene chiamato “Coili Tentu” – li hanno cosparsi di liquido infiammabile per poi appiccare il fuoco. Il soffitto degli ambienti in pregiate travi di legno ha alimentato le fiamme a dismisura. Stessa sorte è toccata a “Coili Gatiu”, il vano che ospitava l’attrezzatura per la ristorazione: dal banco-frigo al generatore di corrente, dai condizionatori alle bombole di gas. Tutto saltato per aria in una campagna deserta dove manca anche la copertura di rete mobile. Il bar-ristorante che occupa il vano centrale, il più grande del complesso turistico, ha resistito meglio alla violenza del rogo, ma solo perché le fiamme si sono estinte gradualmente. A dare l’allarme alle prime ore del mattino, in quella che è stata un’autentica notte di terrore, il custode dell’azienda. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della vicina stazione di Cardedu e i vigili del fuoco del distaccamento di Lanusei. Alla luce del sole il disastro è sotto gli occhi di tutti: danni per migliaia di euro.

 

 

 

 

 

 

 

(Visited 12 times, 1 visits today)